Infanzia e adolescenza: cattivi stili di vita

Infanzia e adolescenza: cattivi stili di vita

Durante l’infanzia e l’adolescenza il dormire male sarebbe associato a uno stile di vita poco equilibrato. A confermarlo è lo studio effettuato dai ricercatori dell’Harokopio University di Atene (Grecia) e della Rutgers University di New Brunswick (Usa), in base a cui i bambini che dormono male sviluppano più possibilità sia di mangiare cibo spazzatura, tendendo così all’obesità, sia di passare troppe ore davanti a tv o pc/smartphone.

Lo studio ha riguardato 177.091 studenti di età compresa tra 8 e 17 anni, che hanno risposto a un questionario su abitudini alimentari, ore di sonno dormite, sedentarietà e attività fisica. Le risposte hanno testimoniato che il 42,3% dei maschi e il 37,3% delle femmine intervistati riposava meno del dovuto, e che quest’abitudine era diffusa più tra i bambini (42,1%) che tra gli adolescenti (32,8%). Nello studio si è precisato che si considera insufficiente una durata del sonno inferiore alle 9 ore per i bambini e alle 8 ore per gli adolescenti.

Un dato importante rilevato è stato che una migliore qualità del sonno era associata a migliori livelli di fitness aerobico. Probabilmente un sonno adeguato si traduce in livelli di energia più elevati durante il giorno.

I risultati raccolti hanno, in fine, evidenziato come il problema di abitudini alimentari e di sonno scorrette, siano ancora troppo sottovalutate all’interno della società, non considerando i seri rischi per la salute.