Diete immotivate senza glutine: danni al cuore

Diete immotivate senza glutine: danni al cuore

Chi non è intollerante al glutine o celiaco non dovrebbe seguire una dieta senza glutine, poiché potrebbero insorgere danni al cuore e diabete.

Secondo uno studio della Columbia University si è trovato un legame tra cardiopatia coronarica e assunzione per lungo periodo di cibi senza glutine.

I ricercatori hanno studiato i dati di 110.00 persone (circa 65.000 donne e 45.000 uomini), seguite tra il 1986 e il 2010. I membri del campione sono stati suddivisi in cinque livelli a seconda del loro consumo di glutine, mentre non sono state considerate le persone affette da celiachia.

Si è visto che non c’è alcuna associazione negativa tra glutine e cuore. E’ emerso che chi aveva assunto una minore quantità di glutine era ugualmente soggetto a malattie cardiache come chi ne aveva assunto in maggiori quantità.

Chi segue una dieta con poco glutine consuma anche pochi cereali integrali, che, invece, dovrebbero avere un effetto positivo sulle malattie cardiache. Quindi, ben vengano gli alimenti ricchi di proteine, vitamine del gruppo B, vitamina E, ferro, minerali e fibre, i cereali integrali, che possono far diminuire rischio di cardiopatia ischemica del 30% in tutti coloro che li consumano regolarmente.

Se non si è celiaci bisognerebbe consumare almeno 28 grammi di cereali integrali ogni giorno.