Primavera e allergie

Primavera e allergie

La primavera porta alla rinascita della natura, ma anche al sorgere delle allergie. Il fattore scatenante è il polline, trasportato da aria, acqua e insetti. Come forieri di problematiche si possono aggiungere: il consumo di alcol, che, con la dilatazione dei vasi sanguigni del naso, accentua la risposta immunitaria dell’organismo; gli animali domestici, che possono portare in casa i pollini depositati sul pelo, dopo le loro uscite quotidiane; la frutta (chi è allergico alle Betulacee, tipiche di aprile e maggio, può andare incontro a sintomi allergici mangiando mele, pere o banane; mentre gli allergici alla Parietaria o alle Graminacee devono, rispettivamente, prestare attenzione a basilico e piselli nel primo caso e al melone e al pomodoro nel secondo caso.

I sintomi più comuni delle allergie sono: lacrimazione degli occhi, tosse, prurito, naso che cola.

Per comprendere a cosa si è allergici, ci si può sottoporre a dei test come il RAST TEST (Radio Allergo Sorbent Test) oppure il test cutaneo.

Per curare le allergie, si possono utilizzare farmaci sintomatici come il cortisone, i decongestionanti nasali e gli antistaminici, oppure ci si può sottoporre a vaccini specifici, sebbene a questi non tutti rispondano allo stesso modo.

I nostri consigli per prevenire forti attacchi allergici sono:

  • evitare di uscire durante le giornate molto ventose ( a fine lockdown)

  • farsi la doccia e lo shampoo tutte le sere, pulendo così cute e capelli da residui di polline

  • lavare spesso i pavimenti e passare tutti i giorni l’aspirapolvere su tendaggi, moquette e tappeti

Per maggiori informazioni, chiedi consiglio al tuo farmacista.