Vaccino antinfluenzale 2019/20

Vaccino antinfluenzale 2019/20

Si stima che l’influenza che colpirà la popolazione italiana tra il 2019 e il 2020 sarà la più violenta degli ultimi dieci anni. Bisognerà stare, quindi, attenti anche alle complicazioni.

E’ per questo che il Ministero della Salute e l’OMS- Organizzazione Mondiale della Sanità, consigliano di vaccinarsi.

Le persone per cui la vaccinazione è molto consigliata sono:

  • sessantacinquenni o ultra sessantacinquenni
  • donne in gravidanza
  • bambini e adolescenti sottoposti a trattamento prolungato con acido acetilsalicilico
  • soggetti ricoverati in lunga degenza
  • medici e personale sanitario
  • familiari di malati a lunga degenza
  • allevatori e chi sta a contatto con animali
  • addetti ai servizi pubblici

Ci si può vaccinare presso:

  • lo studio del proprio medico di famiglia
  • lo studio del pediatra (in caso di bambini)
  • strutture sanitarie
  • in alcuni casi anche presso i medici di medicina del lavoro

La vaccinazione non deve essere eseguita su:

  • bambini sotto i sei mesi
  • soggetti su cui possono scaturire gravi reazioni allergiche
  • soggetti che soffrono di una malattia allo stato acuto

Gli effetti collaterali del vaccino possono essere:

  • lievi reazioni allergiche
  • nevralgie e problemi di carattere neurologico
  • febbre per 6/12 ore

Ci si può sottoporre al vaccino anche quando l’influenza è già iniziata.